The Great Migration

Campi mobili di iper-lusso all’interno del Parco Nazionale del Serengeti per seguire la grande migrazione di migliaia di ungulati. 

Luxury mobile camps within the Serengeti National Park to follow the migration of thousands of ungulates.

Trentamila chilometri quadrati, tra la Rift Valley e il Lake Victoria, il Serengeti (che significa Endless Plane nella lingua dei Maasai) si estende tra i 1.200 fino ai 1.800 metri di altitudine. Qui si rinnova uno dei cicli naturali più imponenti del pianeta, la grande migrazione di migliaia di gnu e zebre (nella foto, 10.000 animali mentre attraversavano il fiume Mara) che, guidati dall’istinto primordiale della sopravvivenza, si muovono alla costante ricerca di nuovi pascoli.

Thirty thousand square kilometers, between the Rift Valley and Lake Victoria, the Serengeti (which means Endless Plane in the language of the Maasai) extends between 1,200 to 1,800 meters above sea level. Here one of the most impressive natural cycles of the planet, the great migration of thousands of wildebeest and zebra (in the picture below, 10,000 animals while crossing the Mara River) that, guided the primordial instinct of survival, move constantly looking for new pastures.

The Great Migration

serengeti-great-migration

Serengeti, the great migration

Gnu e zebre, solitamente, sono compagni di viaggio, ma i leader del gruppo sono le zebre perché hanno tanta memoria (ricordano quindi il percorso), vedono bene da lontano e hanno un olfatto molto bel sviluppato. A seguire gli gnu che sono grandi avvertitori della pioggia.

Wildebeest and zebras, usually, are fellow travelers, but the group’s leaders are the zebras because they have so much memory (they remember the way), they can clearly see from afar and have a very good sense of smell. Following the wildebeests that can feel the rumor of the rain.

Ecco il loro viaggio: prima passano le zebre, perché mangiano l’erba alta e hanno una buona memoria, e poi lasciano quella bassa agli gnu, che arrivano in un secondo momento.

Here their journey: first pass zebras, because they eat the tall grass and have a good memory, and tey leave the low grass to wildebeest, arriving at a later time.

E quando c’è da attraversare un fiume? Tanti i preparativi. Eh sì perché bisogna fare attenzione a non essere catturati dai coccodrilli. I primi ad attraversare il fiume solitamente sono gli gnu: uno si butta, gli altri lo seguono. E poi anche le zebre. Il terrore che si legge in faccia al prescelto che deve guidare la strada è davvero impressionante, ma ciò che lui non sa è che è anche il più in sicurezza perché solitamente, per non farsi avvertire, i coccodrilli lasciano passare i primi migratori per poi agguantare gli ultimi.

What about the crossing? Many preparations. Yes because you have to be careful not to be caught by crocodiles. The first to cross the river are usually wildebeest, one is thrown, the others follow him. And then even the zebras. The terror in the face of the chosen one who must do the road is impressive, but what he does not know is that it is also the most safe because usually, in order not to be discovered, crocodiles let through the first migratory and then grab one of the last one.

sleepy-lion-serengeti

Lions, Serengeti National Park

E dove ci sono così tanti erbivori, non possono mancare i predatori. Dalla cima delle rocce, i leoni e i leopardi padroneggiano e controllano l’area. Mentre solitamente leoni e leopardi cacciano di notte (e in branco), i ghepardi lo fanno di giorno (da soli o in coppia, due fratelli per esempio). I ghepardi si vedono nella pianura perché sono forti nella corsa e nella caccia delle prede a lunga distanza.

And where there are so many herbivores, predators can not miss. From the top of the rocks, lions or leopards check the area . Usually where there are lions there are no leopards because they are killing each other to dominate the area. While usually the lions and leopards hunt at night (and in packs), cheetahs do it during the day (alone or in couple, two brothers for example) and in the plain because they are strong in the race and in the hunt of long distance prey.

Maasai
Il Serengeti è abitato dai pastori Maasai, arrivati qui dal nord dell’Africa in cerca di territori più fertili. Nonostante si siano adeguati ai cambiamenti imposti dalla società, continuano a sostenere le loro tradizioni e il loro codice di abbigliamento. La loro alimentazione è a base di latte e sangue, mangiano carne solo in occasioni speciali e, in ogni caso, soltanto quella di mucca, pecora o capra.

The Serengeti is inhabited by Maasai herdsmen, arrived here from the north of Africa in search of more fertile lands. Although they are adapting to the changes imposed by the society, they continue to support their traditions and their dress code. Their diet is based on milk and blood, they eat meat only on special occasions and, in any case, only cow, sheep or goat meat.

La vita dei Masaai è suddivisa in tre fasi: Boyhood, Warrior Hood e Elder Hood, ognuna della quali è segnata da un rito di passaggio. Nell’ultima fase l’uomo prende in sposa una o più donne. Nonostante leggi restrittive a tutela del parco e dei suoi abitanti, sembra che non sempre siano rispettate dai Maasai: si racconta che i ragazzi nella fase Warrior Hood debbano uccidere un leone per dimostrare la propria forza. Anche la circoncisione, seppure vietata, sembra sia ancora praticata da questi pastori.

The life of the Maasai is divided into three phases: Boyhood, Warrior Hood and Elder Hood, each of which is marked by a rite of passage. In the last phase the man gets marry with one or more women. Despite restrictive laws to protect the park and its inhabitants, it seems they are not always respected by the Maasai: the rumor is that the boys in the Warrior Hood phase must kill a lion to prove their strength. Circumcision also, though prohibited, it seems it is still practiced by these pastors.

Serengeti Under Canvas
Il modo migliore per seguire la grande migrazione sono i campi mobili, ossia tende che si spostano – quando non ci sono ospiti – seguendo i movimenti dei branchi di gnu, in modo da essere sempre nel luogo migliore per assistere alla migrazione. Di iper-lusso sono i Serengeti Under Canvas, della catena &Beyond: dalla cena a lume di candela nella savana al bagno privato con doccia calda all’aperto, fino al letto con lenzuola pregiate. In ogni campo ci sono 9 tende immerse nel “non silenzio” della pianura. Wi-fi nell’area comune.

The best way to follow the great migration? Mobile camps that, when there are no guests, move to follow the wildebeest herds in order to always be in the best place to watch the great migration. Hyper-luxury with Serengeti Under Canvas (&Beyond): from a candlelight dinner in the bush to a private bathroom with hot outdoor shower, untile the bed with fine linens. In every field there are 9 tents surrounded by “no silence” of the plain. Wi-fi in common area.

Follow my travel tips!
FACEBOOK
 Tweet AndTravel
INSTAGRAM @tweetandtravel
TWITTER @Tweet_N_Travel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...