Untitledition Jewels

Smeraldi, zaffiri e rubini. Pietre preziose si affiancano a materiali poveri. Come il bronzo, che una volta indossato assume il colore dell’oro antico: un giallo chiaro con una punta di rosa (divino!). Tutto sui gioielli artigianali Untitledition.

Amuleti portafortuna, stralci di storie e compagni di avventure. I gioielli Untitledition sono stati pensati da Martina e Giulia per raccontare emozioni, auspicare il buon augurio e fissare ricordi. Mixando materiali poveri con elementi preziosi.

Avete presente gli occhi di Santa Lucia o i vetrini che si raccolgono in spiaggia? E che a fine vacanza si portano a casa come ‘souvenir’? Quante volte poi finiscono persi o dimenticati, eppure quel giorno sembravano preziosissimi. Ebbene Martina e Giulia, qualche anno fa, ci hanno fatto degli anelli in oro 18kt, dando continuità a una storia legata a un ricordo.

I gioielli Untitledition non potevano che essere artigianali. Martina Marangoni è figlia di un padre architetto e designer, disegnatore e modellista. Da lui ha preso la creatività e anche una grandissima manualità.

Giulia Bèguelin invece è cresciuta respirando lʼodore della pelle e delle colle. Suo padre Henry (fondatore del marchio che poi è divenuto “Henry Cuir”) si alzava alle 4 del mattino per tagliare, cucire, martellare e incollare.

Siamo molto attente alla qualità. I difetti sono per noi quasi da esaltare! A parte le minuterie che oggi sono industriali per forza di cose (una volta invece anche le catene erano realizzate a mano), tutto il resto è fatto da noi e da orafi che ci aiutano con il lavoro e dai quali abbiamo imparato il mestiere strada facendo” racconta Martina.

I ciondoli e gli elementi decorativi sono realizzati con la tecnica della “cera persa”: “Le fusioni vanno poi ‘tirate’, pulite a mano, pezzo per pezzo, rendendo tutti i gioielli leggermente differenti gli uni dagli altri.” Non solo. Ogni pezzo è unico. Perché i cerchietti degli orecchini sono curvati a mano. Diverso è il modo annodare e infilare. Le pietre, per natura, si differenziano per colore. E per grandezza, perché tagliate a mano.

Untitledition Jewels, Slowly handmade in Italy (Photo @lamottecostanza)

Untitledition Jewels, Slowly handmade in Italy (Photo @lamottecostanza)

Tre aggettivi con i quali descrivereste i vostri bijoux?
Essenziali, caldi e leggeri.

Raccontatemi un po’ di voi e del vostro lavoro: di cosa vi occupate nella quotidianità?
Giulia è molto brava nella composizione. Segue anche tutta la parte amministrativa e di rapporto con i negozi. Ha un gusto pazzesco nellʼaccostare i colori, io mi fossilizzo spesso su palette un poʼ spente e neutrali, diciamo pure tristi a volte.

A me piace di più sperimentare materiali e tecniche: è un po’ di tempo che vorrei introdurre la ceramica. Faccio i disegni e i modelli in cera. Infine mi occupo di tutta la parte grafica, di allestimento, dʼimmagine e dei social.

Come avete scelto il nome del brand?
Il nome è nato la sera prima di cominciare a vendere. Appassionata di arte, non trovai niente di meglio che riassumere la nostra nuova avventura richiamando alla mente il nome delle opere senza titolo: “Untitled”. A Giulia piacque subito, ma mancava qualcosa. “Edition” fu un aggiunta consequenziale: la parola “edizioni” è legata alla produzione letteraria e alle pubblicazioni che possono avere una tiratura limitata. I nostri gioielli non sono legati alla stagionalità e alcuni di loro sono disponibili solo in pochi pezzi.

Con quali materiali sono fatti i gioielli Untitledition?
Il materiale che ci caratterizza di più è senzʼaltro l’ottone. Come le micro perline in di forma cilindrica. Misurano un millimetro e sono realizzate a mano in una località che teniamo segreta. Sono cosi preziose per noi che le chiamiamo pepite.

Oltre a ciò, per le catene e la minuteria usiamo lʼArgento 925 placcato in oro 18kt con un bagno da 3 micron che rende la doratura più resistente; per le fusioni il bronzo, lʼargento e talvolta per volontà o su richiesta anche lʼoro 18kt e 9kt.

untitledition-jewels-ph-lamotte-costanza

Untitledition Jewels, Slowly handmade in Italy (Photo @lamottecostanza)

Affiancare materiali poveri e pregiati. Cosa desiderate comunicare con questa ricerca di contrasti?
Mischiare materiali poveri a materiali più pregiati è la cosa che ci diverte di più. Sottolineare contrasti che in fondo fanno parte della vita di tutti. Amiamo lʼoro e le pietre preziose, e soprattutto i gioielli antichi di famiglia, ma ci piace trattare ogni materia con pari dignità. Ottone, argento e bronzo sono metalli così detti “vivi” perché non rimangono indifferenti al tempo, alla luce, al contatto con la nostra pelle, alla salsedine. Si modificano con noi e diventano ancora più unici. Un rubino scartato perché macchiato o opaco? Per noi diventa ancora più prezioso perché diverso da tutti gli altri.

Cosa rappresenta un gioiello per voi?
Ogni nostro gioiello è un portatore di un messaggio. I gioielli Untitledition sono compagni di viaggio, portafortuna, stralci di storie cui viene data forma di volta in volta, incipit di racconti che è poi compito di chi li indossa proseguire.

Dove si possono acquistare le vostre creazioni?
I gioielli Untitledition possono essere acquistati in più di 50 negozi sparsi un po’ in tutto il mondo, principalmente in Europa, ma anche in Giappone dove siamo apprezzate per la nostra artigianalità.

Siamo negate con i social ma vendiamo anche tramite il nostro profilo Instagram. A breve lanceremo uno shop on-line dove verranno proposti gioielli non presenti nei negozi in quel momento, per ovvi motivi di concorrenza, e dove vi sarà anche una sezione di gioielli in oro!

Untitledition Jewels, Slowly handmade in Italy (Photo @lamottecostanza)

Untitledition Jewels, Slowly handmade in Italy (Photo @lamottecostanza)

Quanto è difficile essere artigiani oggi?
Vediamo tantissimi marchi fregiarsi del “fatto a mano” solo perché assemblano manualmente componenti industriali e prodotti in serie. Ciò in cui speriamo è un rallentamento produttivo che non contempli ovviamente la perdita di posti di lavoro, ma semplicemente un ritorno alla qualità più che alla quantità. Ci auguriamo che lo stesso numero di persone che prima veniva assunto per produrre il più possibile e il più velocemente possibile, oggi possa creare meno ma meglio: rallentare per vivere meglio.

L’essenza del vostro lavoro quotidiano: me la riassumete in una frase?
Cʼè unʼimmagine sul nostro sito untitledition che riassume la nostra filosofia. È una foto che ho scattato a Lisbona nel 2012, quando facevo lʼErasmus, e ritrae una frase scritta con lo spray su un muro. La frase recita così: “É tão difícil guardar um rio quando ele corre dentro de nós” Jorge Sousa Braga. Questo significa che noi andiamo avanti, non sappiamo perché ma è cosi. Ogni tanto pensiamo di aver esaurito energie e fantasia eppure alla fine qualcosa di nuovo nasce sempre.

www.untitledition.com

Un pensiero su “Untitledition Jewels

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...