Tweet and Travel

14 Novembre 2020

, , , ,

Numeroventi, Firenze

Una residenza d’artista contemporanea ricavata all’interno di un palazzo rinascimentale. Non solo appartamenti e camere, ma anche spazi di co-working, eventi e mostre per condividere quantità XXL di creatività

Al numero 20 di via dei Pandolfini, nel centro storico di Firenze, dentro alle mura rinascimentali di Palazzo Tassi Galli, si nasconde Numeroventi. Una residenza per artisti contemporanea, spazio co-living e co-working per artisti locali e internazionali, a metà strada tra galleria d’arte e guesthouse. Eventi, mostre e cinque appartamenti-studio rendono il palazzo accessibile a tutti.

Negli ambienti di Numeroventi gli artisti del presente incontrano quelli del passato. Possono abitare il palazzo per un periodo di tempo. Confrontarsi con creativi fiorentini e artisti locali. Gli appartamenti sono prenotabili anche solo per una notte, da tutti quelli che vogliono vivere questa atmosfera di grande ispirazione. E poi: corsi di yoga, workshop e collettive per mantenere gli spazi sempre in vita e contribuire alla linfa culturale della città di Firenze.

L’interior design

Ercole e Iole, due statue marmoree di Domenico Pieratti, danno il benvenuto nel cortile interno. Così come i pilastri ottagonali medievali, tracce che testimoniano le origini del palazzo costruito su corti mercantili trecentesche. Un imponente scalone neoclassico a due rampe porta ai piani superiori.

Affreschi del Cinquecento, soffitti alti cinque metri e ampie finestre incontrano il minimalismo scandinavo. Arredi puliti danno un senso di leggerezza a un ambiente così importante. Pareti bianche enfatizzano la luce.

Il Palazzo Galli Tassi

Costruito nei primi anni del Cinquecento, il Palazzo Galli Tassi prende il nome della famiglia che lo abitò per quasi due secoli, dal 1623 al 1863, anno in cui il conte Angiolo Galli Tassi lasciò la proprietà agli Ospedali della Toscana.

Sede del Ministero dell'agricoltura, dell'industria e del commercio negli anni di Firenze Capitale (1865-1871), Palazzo Galli Tassi fu poi acquistato dall’imprenditore napoletano Girolamo Pagliano, inventore dello sciroppo purgativo Pagliano dalle proprietà benefiche (il Teatro Verdi di Firenze esiste grazie a lui).

Oggi tutti possono vivere e abitare il Palazzo Galli Tassi grazie a Martino di Napoli Rampolla (Girolamo Pagliano era lo zio di sua nonna), che ha ideato il progetto Numeroventi e lo ha sviluppato insieme a Alessandro Modestino Ricciardelli e Andrew Trotter, direttore di Openhouse Magazine.

www.numeroventi.it

Follow my travel tips:
INSTAGRAM 
@tweetandtravel

Antonella Machet

JOURNALIST and STORYTELLER - Sono una giornalista e creo contenuti per siti web, social media e materiali promozionali. Mi piace raccontare storie con le parole, ma anche cogliere atmosfere magiche con la macchina fotografica.
https://tweetandtravel.com/2020/11/14/numeroventi-firenze/Numeroventi, Firenze
  • Condividi:

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

Tweet and Travel

Iscriviti alla newsletter per accedere alla Tweet And Travel Map.
accedi ora
© 2020 Tweet and Travel - Privacy Policy - Brand & Web Design Miel Café Design - Illustrator Dalit Pessach
crossmenuchevron-down